la truffa di Wind e theblogTV in immagini

windbusinessfactor puo’ essere paragonato ad un circo

i cui gestori, invece di pagare gli artisti, si sono inventati questo strano contest con 30.000 euro in palio facendolo passare per “aiuto alle startup”

convincendo in questo modo gli artisti a presentare la loro opera in maniera da attirare pubblico pagante. L’unico aiuto in effetti dato ai progetti e’ un invito a presentare un video, un power point, un qualcosa che soddisfi il pubblico (e lo sponsor che e’ una delle entrate a minor fatica ), salvo poi affermare (post 2)

I quattro giurati che hanno partecipato al contest sono professionisti consociuti e di grande valore, trovo davvero molto superficiale un attacco pretestuoso come il tuo, ti assiucro che non c’e stato nessun vantagggio economico da parte di nessuno.

in maniera da far credere che l’obiettivo del contest e’ un aiuto alle startup, e non un semplice tornaconto personale

post 22

Annunci
Categorie:Uncategorized

il pulsantino

il pulsantino dell’immagine serve a cancellare, salvare, pubblicare i post. E’ proprieta’ privata dei moderatori, quando invece  forum e blog visti come  spazio pubblico vorrebbero un pulsantino anche per gli utenti, in maniera da creare un ambiente repubblicano e non tirannico


post 21

eppela e mare

nel post precedente c’era una immagine di Eppela che prometteva  risposta entro 24 ore, ma la risposta e’ stata che visto che la maggior parte dello staff e’ in ferie, questa ci sara’ ma dopo il 22 agosto. Per intanto ho scaricato tutto il forum di html.it, per cui si cercano tecnici informatici sia alla pari che a pagamento per i 3 problemi principali:

1. mettere online il forum speculare di html.it gestito dagli utenti;

2. un sistema per catturare le pagine appena pubblicate sul forum originale;

3. un sistema per confrontare i due forum ed evidenziare le discordanze

post 20

chiesti 5.000 euro ad Eppela

chiesti oggi  5.000 euro ad Eppela (Cos’è Eppela? Eppela è un portale di crowdfunding: un punto d’incontro tra chi ha idee da realizzare e chi desidera sostenere progetti creativi di qualsiasi settore o iniziative no-profit.)

Il progetto prevede la costruzione di una comunita’  uguale e speculare alla originale (che puo’ essere http://www.windbusinessfactor.it oppure http://forum.html.it/forum/ o altra simile) nel senso che e’ gestita dagli utenti, per cui non appena una pagina viene pubblicata sul sito gestito dagli admin viene subito salvata anche sul sito gestito dagli utenti, in maniera che  nessun commento o post venga piu’ cancellato.

progetto presentato oggi domenica 7 agosto 2011

post 19

i delinquenti e farabutti di HTML.it

i delinquenti e farabutti di HTML.it, mi hannno appena cancellato una discussione dalla  categoria  HTML.it forum > Annunci > Annunci siti Web dal titolo  “blog repubblicano” che pubblicizzava questo blog, con la presentazione “vi piace questo blog? E’ un blog repubblicano, il primo, a differenza degli altri che sono ancora come monarchie e dittature”

Il topic e’ scomparso del tutto, il mio account sospeso, nessuna comunicazione. Solo delle pagine visitate da link provenienti dal forum HTML.it e che puntavano al post n.5, ed adesso fuori da questa piazza (un precedente post cancellato dal forum). Un’altro esempio di quali leggi regolino questi spazi: quelle della negazione totale a concedere  un qualsiasi diritto alla parte avversa, che in questo caso e’ anche il cliente di HTML.it cioe’ chi permette di avere un profitto a questi amministratori. Bella riconoscenza!

qui c’era la mia discussione. “C’ERA”

rebelia, ammistratrice-dittatrice

http://forum.html.it/forum/forumdisplay.php?s=b7a33d9e78fd6f039bf2af2b8b1abe48&forumid=6

ecco le conseguenze del mio inserimento della discussione “blog repubblicano”: ban e divieto di accedere al forum, senza spiegazione alcuna. Piu’ dittatura di cosi’..

Questo e’ un blog dedicato alla community di windbusiness, ma il meccanismo e’ lo stesso di HTML.it per cui qualche volta si fara’ riferimento anche a realta’ esterne

post 18

richiesta cancellazione discussione

agosto 3, 2011 2 commenti

una richiesta di Simone Bertelli http://www.windbusinessfactor.it/community/simone-bertelli/450, che mi chiede di rimuovere dal blog  (dall’album “i commenti cancellati” https://picasaweb.google.com/chiocciola31/WindbusinessfactorTuttiICommentiCancellatiDagliAdmin?authuser=0&feat=embedwebsite) la discussione visibile in basso nel post, perche’ secondo lui c’e’ la sua foto e per questioni di privacy puo’ chiederne la cancellazione.

Richiesta ovvviamente negata, anche perche’ uno degli obiettivi di questo blog e’ proprio non permettere la cancellazione di una discussione senza un valido motivo.

La discussione su di un forum e’ da intendersi pubblica (scatola aperta) o privata? E’ come una casa o come una piazza?

In ogni caso che sia da intendersi pubblica o privata, non si puo’ chiedere il passaggio da una condizione all’altro per un capriccio di un utente, come in questo caso. Lo si puo’ fare solo su violazione di una qualche legge e per intervento delle forze dell’ordine, non di certo per intervento dello staff di facebook come avviene oggi

Questa discussione, postata su facebook non e’ piu’ disponibile perche Simone (presumibilmente) ne ha chiesto la rimozione. E tutti gli altri, l’hanno chiesta? Dove finisce il diritto alla privacy di Simone e comincia il diritto alla non privacy degli altri? La discussione era postata a questo indirizzo web

post 17

facciamo le regole, dobbiamo anche rispettarle?

Matteo Sarti, Community Manager di http://www.windbusinessfactor.it/ ha un doppio account sulla comunita’. Un qualsiasi utente sarebbe subito ripreso ed invitato a cancellarne uno, ma Matteo fa parte dello staff, e’ gia’ tanto che fa le regole, deve anche rispettarle?

post 16